SENSAZIONALE : TROVATO UN INEDITO DI CAMILLO TENCONI

 LIONS PERCHE ?

chiacchierata semiseria con quella vocina interna che non tace mai

 “ Piedi per terra e testa attaccata al collo” non era cosi che ti diceva sempre tuo padre ? E lui era una persona saggia.

Certo che era una persona saggia, ma era anche un idealista e un sognatore, aveva passato la  sua  vita  credendo  negli  ideali  di  patria,  di  democrazia,  di  liberta, aveva fatto il partigiano ed era veramente uno dei “liberi e forti” vissuto fino a ottantasette anni inseguendo tanti sogni e tanti ideali ma morendo quasi povero !

 

 

Che  c’entra  quello, lui era fatto così però ti ha sempre dato ottimi consigli,  come quando insisteva con te perché tu facessi l’avvocato. Mi ricordo che ti diceva continuamente che dovevi iscriverti a Giurisprudenza perchè tu eri nato per fare l’avvocato : polemico quanto basta, parlantina facile, capacità di convincimento, e invece …

Invece mi sono iscritto a medicina, perchè volevo andare in Africa a curare i bambini!

Appunto, anche tu un idealista e un sognatore ……… ma cosa ne sapevi tu allora dell’Africa ?

Certo  non  c’ero  ancora  stato  in  Africa,  ma  la conoscevo,  eccome,  e,  per  quello  che  mi interessava, la conoscevo anche bene. Me ne aveva parlato cosi tanto lo zio Cesare, mi aveva detto tutto ciò che mi interessava sapere !

Bravo !

Un altro  idealista  e sognatore, è stato in Africa tanto tempo ed è tornato col mal d’Africa.

Beh, Lui c’e andato perché ce l’hanno mandato con la cartolina di precetto : dal Monte Bianco  dove  faceva servizio come Ufficiale degli Alpini lo hanno sbattuto  nel giro di pochi giorni a quaranta gradi all’ombra, a combattere contro gli Inglesi. E quelli lo hanno fatto prigioniero : Eritrea,  Asmara, Massaua e poi Addis Abeba e infine, dopo la cattura, Campo  di  Burguret,  l’inferno  di  Burguret come lo chiamavano, come prigioniero di guerra, e siccome era l’unico medico presente, fatto subito Responsabile dell’Ospedale da campo. Emulo di Albert Schweitzer, anche se non suonava l’organo e non amava particolarmente Bach.

Ne ha curati lui di malati, di ogni genere, in quegli anni, bianchi come gli inglesi e gli italiani, ma anche negri, soprattutto bambini, bambini con quegli splendidi occhioni scuri a dominare faccini smunti e macilenti e quelle enormi pance, gonfie ma vuote ! Sei anni ci ha fatto, e sai quanto sono lunghi sei anni se passati in un campo di prigionia, soprattutto se sei prigioniero degli inglesi ?

E poi e tornato con la malaria e col mal d’Africa.

Certo, è tornato innamorato dell’Africa, innamorato di quei bambini dai grandi occhi neri e dalle spaventose pance gonfie. Avrebbe voluto tornarci, finita la guerra, ma poi, sai com’e la vita…… !

II matrimonio, l’unico figlio ….. !

Anche lui ha vissuto da idealista e da sognatore, come tuo padre.

Sì, è morto, anche, da sognatore. Saliva con la sua Guzzi 750 lungo la strada che portava alla sua casa in montagna, a Soraga di Fassa.  Quella casa che aveva sognato per tutta la vita e che finalmente era riuscito a costruirsi, proprio come la voleva lui. Era la prima volta che ci andava, e salendo lungo la strada la guardava e se la godeva e sognava la vita che avrebbe trascorso lassù, una volta in pensione. Sognava, e intanto non s’accorgeva di quel furgone che usciva da un cancello.

Uno schianto ….  e poi più niente !

Anche lui morto sognando e inseguendo i suoi ideali.  Appunto !

Ma noi non si doveva parlare di Lions ? Che c’entra tutto questo con i Lions ? C’eravamo posti un tema “Lions perché ?”

Appunto,  perché ?

Beh, perché nell’acronimo di LIONS, la O, la N e la S stanno per “Our Nations Safety” cioè la “salvezza della nostra patria” e io ci credo nell’ideale  di patria.

Tu, ma gli altri  ?

No, tutti i Lions amano la loro patria, qualunque  essa sia.

E poi ?

Beh, e poi, nel nostro Codice dell’Etica, sta scritto “…..aver sempre presenti i doveri di cittadino verso la patria, lo stato, la comunità nella quale ciascuno vive, prestar loro con lealtà sentimenti, opere, lavoro, tempo e denaro.

 

Se è solo per quello, nel vostro Codice sta anche scritto “… essere cauto nella critica, generoso nella lode, sempre mirando a costruire e non a distruggere “ e non mi sembra che siate sempre rispettosi di questa regola.

Forse no, ma anche noi siamo uomini, e qualche volta … !

Ma c’e anche scritto “… ricordare che per sviluppare i propri affari non è necessario danneggiare quelli degli altri “ oppure “ … considerare l’amicizia come fine e non come mezzo, nella convinzione   che la vera amicizia non esiste per i vantaggi che può offrire, ma per accettare nei benefici lo spirito che li anima … e invece ?

Invece cosa ? Noi crediamo a tutto ciò ci comportiamo di conseguenza, o, perlomeno, ci sforziamo di farlo, e già questo è positivo !

Sempre ? Anche dopo i meeting, quando ognuno torna a casa e torna ad essere quello di sempre ? Sono convinto di sì, se no che Lions sarei ?

Convinto tu !

Dopo tanti anni di convivenza dovresti conoscermi, e dovresti sapere che se non fosse cosi non ci resterei un giorno di più. Personalmente ci credo, e sono convinto che anche gli altri !

Alt, fermo, parla per te ! Per quanto mi riguarda mi sembra che sarebbe troppo bello se veramente fosse cosi, sarebbe quasi una utopia, a meno che …

A meno che ?

Anche tu sia il solito inguaribile idealista e sognatore incallito. In tal caso ricordati sempre quel che ti diceva tuo padre … “ Piedi per terra e  testa attaccata al collo “

Camillo Tenconi

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.